Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Quando l’Europa non aveva il volto truce

"La pace mondiale non potrà esser preservata se non con sforzi creativi"…. la produzione di carbone e acciaio di Francia e Germania "sarà offerta al mondo intero senza distinzione né esclusione per contribuire al rialzo del livello di vita e al progresso delle opere di pace"…. "Contrariamente ad un cartello internazionale, che tende alla ripartizione e allo sfruttamento dei mercati nazionali …mediante pratiche restrittive e il mantenimento di profitti elevati, l'organizzazione progettata assicurerà la fusione dei mercati e l'espansione della produzione" "Se potrà contare su un rafforzamento dei mezzi, l'Europa sarà in grado di proseguire nella realizzazione di uno dei suoi compiti essenziali: lo sviluppo del continente africano"

No no, non è qualche pazzo no global o missionario invasato a sostenere tutto ciò, ma il ministro degli Esteri francese Robert Schuman il 9 maggio 1950, nella sua celeberrima dichiarazione sull'Europa di cui è  appena corso il 62esimo anniversario. Vale la pena perderci qualche minuto e darci una letta e sarebbe bene che…. la
(ri)leggesse Angela Merkel per ricordarsi di cosa può e dovrebbe essere l'Europa!

http://europa.eu/abc/symbols/9-may/decl_it.htm